Burkina Faso . Insieme per la salute


Di che si tratta?

L’attuale progetto è la continuazione di precedenti iniziative realizzate nel periodo 2016-2019 presso il Centro Notre Dame du Don de Dieu (CNDDD) di Réo, Burkina Faso.
CNDDD è diretto dall’Abbé Moderat; raccoglie ragazzi di strada con l’obiettivo di far loro raggiungere un certo grado di scolarizzazione e, nel contempo, avviarli ad attività agricole, possibile fonte di reddito per un futuro più o meno prossimo.

Quali sono stati i risultati positivi e negativi dei precedenti progetti?

I 40 ragazzi del Centro hanno potuto usufruire di cure in caso di malattia e di interventi di prevenzione (vaccinazioni, cure dentarie, disponibilità di materiale per l’igiene personale e ambientale, formazione sulla prevenzione di malattie maggiormente rappresentate nell’area).
Nell’arco di tre anni di Progetto si è osservata una significativa riduzione dei tassi di malattia, e nell’autunno 2019 sono state rese disponibili docce e latrine.
Elementi incompletamente risolti sono risultati i tassi di iponutrizione tra i ragazzi e la persistenza di malattie legate alla scarsa igiene personale (dermatosi cutanee, tracoma, etc.)

Qual è lo scopo dell’attuale iniziativa?

Obiettivo di ASPIC è che tutti ragazzi del Centro possano raggiungere e mantenere uno stato di salute che
permetta loro di affrontare un futuro incerto e difficile. La precedente esperienza ha fatto rilevare che per raggiungere tale risultato è necessario:

  • Mantenere la copertura sanitaria per cure adeguate in caso di malattia
  • Facilitare la disponibilità di cibo, sia potenziando lo sviluppo agricolo del centro con l’acquisto di sementi e animali di piccola taglia, sia con l’acquisto di alimenti (cereali, legumi) per mitigare la carenza di cibo e, di conseguenza, incidere sullo stato di iponutrizione cronica
  • Favorire l’empowerment dei ragazzi sulla prevenzione di malattie che possono essere evitate adottando comportamenti adeguati
  • Migliorare le condizioni igieniche locali, attraverso la costruzione di un secondo dormitorio che permetta di meglio ospitare i 40 ragazzi residenti, attualmente ammassati in un unico locale.

Chi sorveglierà l’andamento del Progetto?

In Burkina continueranno ad impegnarsi per ASPIC: Abbè Moderat (responsabile di CNDDD), Abbé Jean Marie Ouedraogo, (referente sanitario) e Sr. Eliana Vinassa (coordinatore locale).
In Italia sono coinvolti tre volontari con il compito di valutare mensilmente i dati su sorveglianza sanitaria e gestione amministrativa pervenuti dal Burkina e, nel breve termine, restituire ai referenti locali un’adeguata analisi degli stessi. Ogni 4 mesi i dati sul monitoraggio saranno resi noti attraverso il sito ASPIC.

Qual è la sede?

Il Progetto

Chi è il referente?

In italia
Dott.

In Burkina Faso

Iniziative precedenti

2018-2019 – L’Africa è il nostro domani

2016-2017 – La sfida di Villar Perosa a Réo

Che cosa puoi fare tu?

Se sei

Contribuire a finanziare

Approfondimento

Attiva per mostrare una grande lettera iniziale.

  • Paragrafo

Cerca un blocco